INDICE RACCONTI 
1/1
«Ride on, baby»
Che in bicicletta si vada a lavorare, a scuola e in vacanza lo si sapeva. Usarla per raggiungere l'ospedale per partorire è invece meno comune. Dal nostro inviato speciale in Nuova Zelanda Pierluigi Trevisan ecco il racconto di come è andata.
È domenica 28 Novembre 2021, al mattino, molto, molto presto. Julie sente che è ora… Caschetto, leggins e marito al fianco inforca la sua bici e si dirige a tutta birra al vicino ospedale, che, per fortuna, dista solo pochi chilometri. Poche ore dopo scrive su Facebook: “Grande notizia! Alle 3.04 questa mattina abbiamo dato il benvenuto al nuovo membro della nostra famiglia.”
Sinceramente non avevo messo in conto che il travaglio iniziasse mentre andavo in bicicletta, ma alla fine è successo proprio così…le mie contrazioni non erano così forti quando siamo partiti da casa alle 2 del mattino per andare in ospedale, anche se mi capitavano ogni 2-3 minuti e sono diventate sempre più intense quando siamo arrivati, dopo 10 minuti di bicicletta…adesso abbiamo una bambina sana e felice addormentata accanto a noi” Ma chi è e dove vive Julie? Julie Anne Genter è una parlamentare verde della Nuova Zelanda, ha 41 anni ed è una fervente sostenitrice della mobilità sostenibile e della bicicletta.
Nata in Minnesota, nel 2006 si è trasferita in Nuova Zelanda dove ha lavorato come pianificatrice dei trasporti ed è un’esperta internazionale in questo campo. Nel 2011 è stata eletta in parlamento con i Verdi ed è diventata “Minister of Women” (Ministra delle pari opportunità) e Ministra associata per la salute e i trasporti.
Il bello è che anche nel 2018, quando diede alla luce il suo primogenito, era andata in ospedale in bicicletta. In quell’occasione aveva scritto su Instagram “è una bellissima domenica mattina per una corsa in bicicletta, verso l’ospedale, dove mi verrà indotto il travaglio per avere il bambino”.